Forum di discussione su problematiche inerenti disagi psichici.
 
IndiceCalendarioFAQCercaLista UtentiGruppiRegistratiAccedi

Condividi | 
 

 aiutatemi...basta!!

Andare in basso 
AutoreMessaggio
Scià
Ospite



MessaggioTitolo: aiutatemi...basta!!   Ven Dic 04, 2009 4:59 pm

Aiuto...

Ho già parlato con la dottoressa Michela Guariniello, chissà se si ricorda di me...continuo ad abbuffarmi senza controllo.
3 giorni fa però ho vomitato...volontariamente...dopo molto tempo che non accadeva. E' successo dopo un'abbuffata ovviamente.
Mi vergogno a dirlo, ma mi sentivo molto bene per averlo fatto. E non vedo l'ora di rifarlo, solo non ho mai l' "occasione" perché non è facile stare a casa da sola, o non sapere quando ci sono i familiari in casa.
Vorrei dimagrire, spesso vorrei essere molto molto piccola ... invece a furia di abbuffarmi ho un peso veramente eccessivo ormai... e ho rovinato tutti gli sforzi dello scorso anno dove avevo raggiunto il peso "quasi" perfetto che desideravo e desidero ancora tanto...

Se lo sa il mio ragazzo che l'ho fatto penso che mi lascia...

Ho paura, son confusa e mi sento sempre "perseguitata", come se capitassero tutte a me.
Ogni cosa che faccio o che mi fanno e che mi da dispiacere la vedo come una distruzione totale nei miei confronti.
Le gioie che dovrei provare per bei momenti non mi riescono a dare conforto e non mi sembrano nemmeno un granché...insomma nulla di speciale...

Dovrei essere felice di avere soltanto 1 esame per finire e laurearmi..nonostante tutti i voti che non mi appagano per niente, anche se abbastanza alti, perché paragonati a quelli degli altri (più alti e presi con più facilità).

Ho paura, non ce la faccio più...
Torna in alto Andare in basso
sergio67

avatar

Messaggi : 292
Data d'iscrizione : 27.10.09
Età : 51

MessaggioTitolo: Re: aiutatemi...basta!!   Ven Dic 04, 2009 6:37 pm

Ciao Scià

innanzitutto resta tranquilla. Sei tra amici Smile. Anche se stai vivendo un momento difficile, anche se ti sembra di non farcela più, credimi, è possibile risalire la china. Te lo dico per esperienza diretta. Ci sono passato in prima persona.

E' importante però capire che il mangiare e il peso non sono la causa del sentirsi "disperati", ma ne sono invece l'effetto. Altrimenti quando avevi raggiunto il tuo peso "quasi" perfetto saresti stata estremamente felice, e invece...

invece la storia è un'altra. Usiamo il cibo per nascondere una sofferenza interiore che non riusciamo ad affrontare. una sofferenza che ci impedisce, come tu stessa dici, anche di gioire dei momenti belli che la vita ci offre.

Il forum può essere un grande aiuto, puoi condividere le tue difficoltà con persone che comprendono perfettamente quello che dici e come ti senti: racconta quello che ti senti di raccontare. Ma penso che ti sarebbe molto utile se potessi rivolgerti a uno specialista.

Devi capire anche che tutto questo non dipende da te, non è colpa tua, non è questione di forza di volontà (o di "debolezza" Smile). E chiedere aiuto, rivolgersi a uno specialista, non è una sconfitta, ma una grande vittoria.

Un abbraccio
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
D.ssa Michela Guariniello
Admin
avatar

Messaggi : 401
Data d'iscrizione : 25.10.09

MessaggioTitolo: Re: aiutatemi...basta!!   Ven Dic 04, 2009 8:32 pm

Scià ha scritto:
Aiuto...

Ho già parlato con la dottoressa Michela Guariniello, chissà se si ricorda di me...continuo ad abbuffarmi senza controllo.
3 giorni fa però ho vomitato...volontariamente...dopo molto tempo che non accadeva. E' successo dopo un'abbuffata ovviamente.
Mi vergogno a dirlo, ma mi sentivo molto bene per averlo fatto. E non vedo l'ora di rifarlo, solo non ho mai l' "occasione" perché non è facile stare a casa da sola, o non sapere quando ci sono i familiari in casa.
Vorrei dimagrire, spesso vorrei essere molto molto piccola ... invece a furia di abbuffarmi ho un peso veramente eccessivo ormai... e ho rovinato tutti gli sforzi dello scorso anno dove avevo raggiunto il peso "quasi" perfetto che desideravo e desidero ancora tanto...

Se lo sa il mio ragazzo che l'ho fatto penso che mi lascia...

Ho paura, son confusa e mi sento sempre "perseguitata", come se capitassero tutte a me.
Ogni cosa che faccio o che mi fanno e che mi da dispiacere la vedo come una distruzione totale nei miei confronti.
Le gioie che dovrei provare per bei momenti non mi riescono a dare conforto e non mi sembrano nemmeno un granché...insomma nulla di speciale...

Dovrei essere felice di avere soltanto 1 esame per finire e laurearmi..nonostante tutti i voti che non mi appagano per niente, anche se abbastanza alti, perché paragonati a quelli degli altri (più alti e presi con più facilità).

Ho paura, non ce la faccio più...

Ciao cara Scià,
BENVENUTA! Mi ricordo benissimo di te.

Noto che la situazione dall'ultima volta non è migliorata, però di sicuro non è statica, e soprattutto noto che ora sei molto molto più spaventata rispetto a prima, ilche è positivo perchè ti sprona a chiedere aiuto ed a fare qualcosa per affrontare i problema...

Ti sei sentita bene dopo aver vomitato perchè sei riuscita a riottenere il controllo di te stessa dopo la perdita totale che hai subito durante l'abbuffata ma credimi è un controllo illusorio che pone solo le basi per la successiva abbuffata, ed il circolo vzioso ricomincia. Inoltre è inutile che ti dica quanto faccia male vomitare, quanti effetti negativi ci possano essere (tra cui blocco metabolico, ingrassare, caduta di capelli, denti ecc) perchè tanto li sai già, no?

"Ogni cosa che faccio o che mi fanno e che mi da dispiacere la vedo come una distruzione totale nei miei confronti.
Le gioie che dovrei provare per bei momenti non mi riescono a dare conforto e non mi sembrano nemmeno un granché...insomma nulla di speciale
..." Certo che non provi piacere se la tua vita è scandita da una tabella di marcia prefissata, se è sempre e solo la corsa per il raggiungimento di uno o più pseudo-obiettivi (il peso, la laurea, gli esami, ecc), e soprattutto per il raggiungimento di un'ideale che non esiste. Cara Scià credo che tu stia impiegando tante/troppe energie in direzione sbagliata, ovvero per essere all’altezza dell’ideale di te stessa che ti sei costruita da tutta una vita. L’ideale di noi è come una palla che lanciamo davanti a noi, ma se la lanciamo in discesa succede che la inseguiamo, la inseguiamo, ma non la riusciamo mai a raggiungere perché non è mai abbastanza… e non sarà mai abbastanza finchè non sappiamo dove stiamo andando, per chi stiamo andando, cosa abbiamo ora.
Quindi il primo consiglio è quello di fermarti un attimino a riflettere.

Per quanto riguarda il tuo ragazzo, se non erro si tratta di quel ragazzo che faceva commenti sul tuo peso ed io mi arrabbiai ? e mi sembra che c'era anche la sua famiglia di mezzo, ricordo bene?

Non ricordo se tu avevi mai chiesto aiuto ad uno psicologo live, se eri in cura...


Fammi sapere un abbraccio forte
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo http://www.psicologicampania.it
Scià
Ospite



MessaggioTitolo: Re: aiutatemi...basta!!   Mar Dic 08, 2009 7:51 pm

Innanzitutto grazie alla dottoressa e a sergio67 per la risposta, siete molto gentili.

Cara dottoressa, lei sa sempre dire le cose giuste e si ricorda sempre tutto, mi piacerebbe fossi anche io così. Peccato che mi dimentico molto facilmente le cose e mi blocco quando devo dire qualcosa.

Ha ragione, il mio ragazzo mi fa arrabbiare perché mi dice sempre che ho problemi di peso...purtroppo è cresciuto in un ambiente in cui è normale "sclerare" così per il peso e denigrano sempre i familiari più sovrappeso... penso sia per quello che fa così, ed è inutile che io mi arrabbi quando me lo dice...perché ormai ce l'ha nel cervello! purtroppo anche mio padre ha avuto le stesse esperienze del mio ragazzo e ho avuto spesso pressioni anche da parte sua per il peso, e di altri parenti sempre da parte paterna. Purtroppo lo so che sono entrambi così diciamo, ma non mi vanno giù lo stesso, anche se dentro di me so che non devo prendermela.

ho coniato da poco un termine tutto mio per l'accanimento che mio padre e il mio ragazzo fanno a volte nei miei confronti perché mangio a sproposito, gli dico di smettere di farmi "TERRORISMO DA CIBO"!!!!

fortunatamente non ho ancora avuto di nuovo l'occasione di rimettere forzatamente.

Sono comunque sicura di non avere bisogno di un aiuto da uno psicologo "live", purtroppo ho alti e bassi e a volte vorrei tanto un aiuto...e specialmente vedermi ingrassare ogni giorno di più mi fa male...ma son sempre riuscita a cavarmela da sola e voglio fare altrettanto in questo caso, perché anche se mi facessi aiutare ho nella testa che non è la stessa cosa. E non risolverei niente.


Mi è sempre stata data poca fiducia nelle cose che faccio, ad esempio ai tempi delle medie, quando volevo fare uno sport si partiva a priori dal presupposto che non ci andassi e che mi stufassi dopo pochi giorni e quindi non venivo quasi mai iscritta a niente. Forse è per questo che quando faccio una cosa cerco sempre il consenso positivo di molti e mi butto a capofitto per fare 100 volte meglio le cose di quanto richieste. E la maggior parte delle volte, per colpa di questo arrivo stanca alla fine del mio "operato". Infatti basti vedere che dopo che mi son impegnata molto in degli esami, invece di prendere 30 arrivo al massimo a 28/29 perché sono stanca e non riesco ad affrontare bene l'esame in sé.
Non sono brutti voti per carità...ma la cosa che mi da fastidio è perdere molto tempo per non ottenere poi il massimo. E che avrei potuto fare una vacanza per qualche giorno invece di studiare perché tanto avrei preso un voto mai all'altezza.


Mi ritrovo sempre, nelle questioni che riguardano me e il mio modo di vivere, a riconoscere la teoria e a non saperla applicare. Cioè, da come sto scrivendo sembra che conosco i miei problemi ma non li so affrontare, oppure conosco molte cose sull'alimentazione e il dimagrimento, mi son documentata fino alla nausea, ma poi al momento di applicarla non lo riesco a fare... in ogni cosa conosco la teoria e non la pratica....anche di Informatica, mi sento di sapere la teoria ma al momento di applicarla mi viene il terrore e ho paura di sbagliare e combinare dei guai...eppure sono ad un passo dalla laurea specialistica!!

Devo ammettere che dal punto di vista dell'università ho un po' rallentato, perché anche se ho sempre paura di non finire in tempo, sento che però ho fatto abbastanza e siccome mi manca 1 esame e sto già facendo la tesi credo di riuscire a laurearmi per metà marzo.... Inoltre ho deciso di non fissarmi sulla votazione, sarà alta e non sarà il massimo, non mi interessa. Comunque vada, se io mi impegno a questo ultimo esame, tanto mi darà sempre un voto che non sarà mai il massimo, e non riceverò lo stesso trattamento degli altri miei colleghi, perché questo professore si è fissato che io sono da 28 e non cambierà idea.

Ultimamente faccio le cose trascinandomi come se fossero un peso e non voglio uscire facilmente di casa, mi sento come se avessi esaurito le forze...

Insomma, ogni volta spero che qualcuno mi dica cosa fare per risollevarmi ma non riesco mai a percepire niente...

Sono confusa...
Torna in alto Andare in basso
D.ssa Michela Guariniello
Admin
avatar

Messaggi : 401
Data d'iscrizione : 25.10.09

MessaggioTitolo: Re: aiutatemi...basta!!   Mer Dic 09, 2009 6:02 pm

Cara Scià,

Peccato che mi dimentico molto facilmente le cose”, forse te le dimentichi perché sei perennemente/costantemente presa dai tuoi obiettivi ?

Per quanto riguarda il tuo ragazzo, la sua famiglia e tuo padre ed il loro “terrorismo da cibo”, ricordo che mi aveva colpito molto quando me lo raccontasti. Loro avranno senz’altro le proprie ragioni, infatti tendevi e tendi a giustificarli, però sorvolando su tuo padre, mi sembra un po’ pradossale il fatto che tu abbia “scelto” un ragazzo che abbia come priorità proprio il tuo punto debole !! Voglio dire, con lui è come andare ogni volta a infilare il coltello nella piaga, mi sbaglio ?
Inoltre mi chiedo come ti faccia sentire il loro invadere i tuoi spazi, il loro osservare quanto mangi ed il tuo peso.. e mi chiedo pure come ti difendi da queste invasioni terroristiche..
Scià il tuo corpo è TUO, il tuo peso è TUO, è impensabile che qualcuno cerchi di controllarlo, nessuno ha questo diritto !!! Non esistono giustificazioni !

“..Sono comunque sicura di non avere bisogno di un aiuto da uno psicologo "live", purtroppo ho alti e bassi e a volte vorrei tanto un aiuto...e specialmente vedermi ingrassare ogni giorno di più mi fa male...ma son sempre riuscita a cavarmela da sola e voglio fare altrettanto in questo caso, perché anche se mi facessi aiutare ho nella testa che non è la stessa cosa. E non risolverei niente.”
Io sono invece convinta del contrario, non perché tu non sia in grado di cavartela da sola bensì perché si tratta di un disagio psichico e dev’essere affrontato una volta per tutte con l’aiuto di uno specialista, come se ti rompi un piede e vai dall’ortopedico… Cara Scià tu sai quanto gli alti e bassi siano flagellanti dal punto di vista fisico e psichico, perché continuare a trascinarsi dietro questo disagio e lasciare che inquini e sia inquinato da tutte le altre aree della tua vita?

“.. Infatti basti vedere che dopo che mi son impegnata molto in degli esami, invece di prendere 30 arrivo al massimo a 28/29 perché sono stanca e non riesco ad affrontare bene l'esame in sé.” Mi chiedo quanto la tua stanchezza non sia dovuta anche al fatto di correre per raggiungere pseudo-obiettivi, obiettivi non tuoi, ovvero le conferme, la stima, l'affetto da parte degli altri…

“.. oppure conosco molte cose sull'alimentazione e il dimagrimento, mi son documentata fino alla nausea, ma poi al momento di applicarla non lo riesco a fare... in ogni cosa conosco la teoria e non la pratica....” in questo caso c’è poco da fare Scià, non si tratta di teoria e di pratica si tratta di un disagio, e nei disagi psichici la forza di volontà viene a mncare.

sono confusa” più che confusa mi sembri stanca, stufa di essere trascinata da obiettivi non tuoi, di essere trascinata senza sapere dove stai andando…


Un abbraccio forte NON MOLLARE!!
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo http://www.psicologicampania.it
Scià
Ospite



MessaggioTitolo: Re: aiutatemi...basta!!   Mer Dic 09, 2009 10:14 pm

Non voglio mollare, infatti sto cercando un modo per uscirne e mi sto anche documentando sulla cosa guardando varie notizie su internet. Anche se mi sento come se stessi cercando al buio di trovare la strada giusta.

Sarà che non vedo l'ora di essere indipendente, avere una mia vita, una mia casa, un lavoro ed uno stipendio. Di non avere più la sensazione di essere continuamente giudicata dai familiari (anche i familiari che non abitano sempre con me mi creano problemi sottolineando che sono grassa, purtroppo compiaciuti di ciò in senso negativo) e anche all'università con dei tremendi voti.

Non saprei a quale specialista rivolgermi, anche perché appunto lo farei di nascosto. Inoltre dovrei trovarne qualcuno disponibile a farlo gratuitamente. Mi ero documentata su internet, dicono che esistano gli psicologi della mutua. Ma non so dove andare a trovarli qui.

Mi domandavo se, una volta messe in chiaro le mie problematiche, parlandone live con uno specialista del luogo, riuscissi poi a risolvere le cose. Quanto tempo ci andrà per uscirne??
Io soffro comunque di disturbi alimentari da moltissimo tempo. Ho iniziato in quinta elementare a rimpinzarmi senza mai riuscire a smettere ed ero diventata un fagotto inguardabile. Poi alle medie, sempre denigrata dai compagni perché troppo fragile e con poca personalità, nonchè sovrappeso. Finchè alle superiori mi vestivo sempre molto molto larga specialmente in prima/seconda superiore e ho iniziato a pensare di vomitare ogni tanto per colpa di un film dove si vedeva una ragazza che lo faceva per dimagrire. Ero dimagrita un po' e alcuni se ne accorgevano.
Poi se ne sono accorti i miei che vomitavo, diciamo che l'ho detto a mio fratello apposta perché così lo andasse a dire ai miei, e mio padre mi ha picchiata, e mi picchiava se non mangiavo.

Da allora odio il mio riflesso.... è una sorta di ciclo infinito! ma come faccio a liberarmene? io voglio un modo!!

Mi infastidisco per niente, sono spesso irascibile e vorrei tanto vivere serenamente... vedo sotterfugi ovunque e temo che sia più un mio modo di fare, anche se spesso poi si rivela che ho ragione.

Uffa, sembro un fiume in piena ogni volta che mi descrivo...chissà quanto sono noiosa...

Ultimamente non riesco a fare più molto al pc (per l'ultimo esame e per la tesi), ho iniziato a leggere e ricercare dei libri, guardare cartoni animati e soprattutto a cucinare!! cucino sempre! invento nuove ricette, oppure le cerco su internet e le stravolgo, modificando ingredienti e procedimenti. Noto che mi fa stare meglio cucianre, il problema è che poi quella cosa che ho cucinato non rimane lì in bella vista...viene mangiata dalla famiglia (e fin qui va bene) ma poi soprattutto da me!!!!


poi ogni scusa è buona per stare a casa (dove però mangio tanto anche se spero ogni mattina di non farlo!) e mi sento molto affaticata ad andare in dipartimento, sarà che devo fare 2 ore di viaggio per raggiungerlo coi mezzi, ma mi rendo conto che cerco di resistere a stare lì ma poi verso le 12 son già lì a cercare di calcolare le varie coincidenze di treni e pullman da prendere per tornare a casa. Spesso però mi capita che le coincidenze non ci sono subito ma verso le 17. Anche se raramente, mi sono ritrovata in mezzo alla strada ad aspettare vari mezzi per tornare a casa senza manco sapere se ci sarà il pullman o se sono a piedi (e a piedi vuol dire fare 3/4km da sola al freddo in una stradina di campagna poco raccomandabile, o una super strada troppo trafficata o aspettare per 1 ora al freddo un altro pullman)...d'estate la faccio a piedi, perchè c'è chi corre e chi va in bici..ma d'inverno ho paura dei rischi che posso trovare...

Mi sento sempre irrequieta, non ho la calma dentro di me...
Quel giorno, rimettendo quello che avevo mangiato, ce l'avevo, è stato "fantastico". Ma sono consapevolissima sia sbagliatissimo e soprattutto una calma apparente...conosco i rischi, so che fa male e so che posso morire se lo facessi spesso.

Ma sentirmi troppo piena mi fa davvero stare troppo male, mi fa sentire quasi come sotto l'effetto dell'alcool quasi non capisco niente...in più ho malissimo all'addome perché troppo troppo pieno... eppure, nonostante l'effetto collaterale, continuo ad abbuffarmi.

Una volta fumavo, da un anno e qualche mese ho smesso... e allora mi ricordo quella sensazione, di quando fumare mi faceva stare bene ma che sapevo che mi faceva morire.... è orribile! mi sento in gabbia...

Grazie davvero per quello che stai facendo dottoressa.... mi rendo conto che non è facile sopportarmi, mi reputo una persona molto petulante e che soffre di vittimismo...

ma...forza e coraggio...
Torna in alto Andare in basso
D.ssa Michela Guariniello
Admin
avatar

Messaggi : 401
Data d'iscrizione : 25.10.09

MessaggioTitolo: Re: aiutatemi...basta!!   Ven Dic 11, 2009 6:59 pm

Cara Scià,
innanzitutto non sei insopportabile se non per te stessa !!!
Io non sto facendo nulla, sei tu che mi hai permesso di darti aiuto.

Primo passo : calmati, si sente che sei in stato di agitazione.
Lo so quanto soffri da tutta una vita, lo so che sei in gabbia e ti sembra di non vedere via d'uscita, ma la via d'uscita c'è, ed è chiedere aiuto (chi è in cura per il tuo stesso problema ti può confermare).
Il percorso psicoterapeutico è sempre in salita ma credimi ne vale la pena ed a parte che non esistono tempi standard, almeno quello non lo considerare una tabella di marcia (ancora nn hai iniziato, vuoi già sapere quando finirà???).
L'importante è iniziare, e voler iniziare per poter finalmente VIVERE nel vero senso del termine.
" Anche se mi sento come se stessi cercando al buio di trovare la strada giusta", sei al buio ma lo spiraglio di luce c'è, devi solo concederti di vederlo e seguirlo.

Se mi dici di dove sei ti posto gli indirizzi dei centri spcializzati pubblici presenti nella tua regione, poi considera che in ogni Asl e consultorio (in cui si paga solo il ticket) è presente il servizio psicologico. Fammi sapere.

FORZA SCIà, devi reagire e riprenderti la tua vita !!!


Un abbraccio forte e aspetto tue news
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo http://www.psicologicampania.it
sergio67

avatar

Messaggi : 292
Data d'iscrizione : 27.10.09
Età : 51

MessaggioTitolo: Re: aiutatemi...basta!!   Sab Dic 12, 2009 12:43 am

Confermo in pieno quanto ti ha detto la Dott.ssa.
Ti porto la mia esperienza personale. E comprendo quello che stai vivendo, la sensazione di essere in una gabbia...

ma la strada per uscire dalla gabbia esiste, e se giustamente dici che ti sembra di cercarla al buio, io ti dico che quello che ti serve è semplicemente qualcuno in grado di mostrartela. Quel qualcuno si chiama psicoterapeuta.

Ricordati però che lo psicoterapeuta è in grado di mostrarti la strada, ma sarai tu a doverla percorrere. Lo psicoterapeuta ha una bellissima lampada sul caschetto. Ma ha le mani impegnate. E non può portarti in braccio. Dovrai essere tu a impegnarti per giungere alla meta.

E ricorda anche che le abbuffate sono l'effetto, non la causa del tuo soffrire. Per cui per risolvere le abbuffate dovrai lavorare su te stessa, su quel riflesso nello specchio che oggi non riesci a guardare. Quando riuscirai a guardarlo con occhi sereni (e ci riuscirai, fidati, ci riuscirai), le abbuffate spariranno da sole.

Un abbraccio
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Scià
Ospite



MessaggioTitolo: Re: aiutatemi...basta!!   Lun Dic 14, 2009 11:34 pm

Io ce la voglio fare con tutte le mie forze non preoccupatevi! in molti momenti infatti miglioro, ho tenacia e mangio regolarmente... ad esempio oggi sto bene, perché ho mangiato bene, sono uscita di casa, ho fatto 5 minuti di camminata col tapisrulan che so che è poco ma non voglio strafare subito se no poi rischio di "starmi stretta" diciamo...

Sono della provincia di Torino, vicino Chieri...

Grazie infinitamente!!!
Torna in alto Andare in basso
D.ssa Michela Guariniello
Admin
avatar

Messaggi : 401
Data d'iscrizione : 25.10.09

MessaggioTitolo: Re: aiutatemi...basta!!   Mer Dic 16, 2009 10:13 am

è già qualcosa cara Scià..

Ok allora appena possibile ti posto gli indirizzi dei centri specializzati pubblici presenti nella tua regione.


Un abbraccio forte forte e MI RACCOMANDO!
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo http://www.psicologicampania.it
Scià
Ospite



MessaggioTitolo: Re: aiutatemi...basta!!   Mer Dic 16, 2009 6:37 pm

Grazie mille, allora aspetto un suo consiglio!
Torna in alto Andare in basso
sergio67

avatar

Messaggi : 292
Data d'iscrizione : 27.10.09
Età : 51

MessaggioTitolo: Re: aiutatemi...basta!!   Mer Dic 16, 2009 10:51 pm

Brava scià!

Chiedere aiuto di fronte ai disturbi alimentari non è mai una sconfitta, ma una grande vittoria.

E fai benissimo a non pretendere di cambiare la tua vita in un giorno. Resta serena e tranquilla, nelle difficoltà come nei momenti migliori: è un cammino lungo che dobbiamo percorrere.

E ricordati che in qualsiasi momento potrai trovare qui aiuto e conforto Smile

Un abbraccio
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
D.ssa Michela Guariniello
Admin
avatar

Messaggi : 401
Data d'iscrizione : 25.10.09

MessaggioTitolo: Re: aiutatemi...basta!!   Lun Dic 21, 2009 3:51 pm

Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo http://www.psicologicampania.it
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: aiutatemi...basta!!   

Torna in alto Andare in basso
 
aiutatemi...basta!!
Torna in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Quando le cose non vanno...
» Melanzane: aiutatemi !
» Finto Scoglio, aiutatemi :)

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Psicologi Campania :: DISTURBI ALIMENTARI (anoressia, bulimia, obesità, binge eating, ecc) :: DISTURBI ALIMENTARI (anoressia, bulimia, obesità, binge eating, ecc)-
Vai verso: