Forum di discussione su problematiche inerenti disagi psichici.
 
IndiceCalendarioFAQCercaLista UtentiGruppiRegistratiAccedi

Condividi | 
 

 PASSO IN AVANTI

Andare in basso 
Vai alla pagina : 1, 2, 3  Seguente
AutoreMessaggio
ARIANNA
Ospite



MessaggioTitolo: PASSO IN AVANTI   Lun Nov 30, 2009 6:33 pm

Ieri alla fine è stata una splendida giornata, ho passato il pomeriggio con una mia vecchia amica, ci siamo riallacciate pochi mesi fa, ieri ho avuto l'occasione ed il coraggio di raccontarle il mio disturbo alimentare, mi sono sentita benissimo poi ma non perchè mi ero tolta un peso ma perchè mi ha capita, mi è stata vicina ma non in modo scontato come magari avrebbe fatto un'amica qualunque, in modo unico e maturo....lo vedevo dai suoi occhi...è stato fantastico...
io sn sempre stata la tipa che ascolta tt e cerca di dare i consigli, e essersi sentiti ascoltare in quel modo è stato fantastico...
le voglio un gran bene...
la nostra amicizia si sta risaldando Smile
da sabato mat tt ok x qnt riguarda l'alimentazione...
da oggi sono andata dal fisioterapista per il tendine d'achille, bene mi ha fatto la laserterapia e poi mi ha detto di correre a casa per vedere come reagiva il tendine...bene ha reagito malissimo, mi fa malissimo e ho paura che non guarirà mai perchè mi hanno detto che è difficile da guarire (non me l'ha detto il medico ma due amici dei miei genitori).
Io sono andata giù di moral quando ho risentito il dolore, uffa lo sport mi serve per snervarmi, è l'alternativa perfetta all'abbuffata!!!
mmm che rabbia
Torna in alto Andare in basso
D.ssa Michela Guariniello
Admin
avatar

Messaggi : 401
Data d'iscrizione : 25.10.09

MessaggioTitolo: Re: PASSO IN AVANTI   Mar Dic 01, 2009 6:33 pm

ciao Arianna,
che bello avere tue news positive!

Son contenta de tuo passo avanti, e sai benissimo che non si tratta di un passo piccolo..

Inoltre condividere con le persone "giuste" i propri sintomi è sempre una cosa positiva, ci si sente meno soli, meno "diversi", insomma il peso della sofferenza si alleggerisce.

Mi dispiace per il tuo tendine, so quanto sia importante lo sport per te soprattutto in questo momento, ma tranquilla credo che tu debba solo avere un pò di pazienza e passerà. Consideralo come un ulteriore ostacolo da superare.
E se sostituissi la corsa o lo sport con una passeggiata? Il camminare fa benissimo quanto lo jogging...Quando cammini ti fa male?

Un abbraccio forte e tienici aggiornati
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo http://www.psicologicampania.it
Arianna
Ospite



MessaggioTitolo: aiuto sono in alto mare   Mar Dic 01, 2009 8:04 pm

grazie del consiglio ma si mi fa male e facendo così lo fatico, è infiammato per bene e il fisioterapista ha detto riposo quasi assoluto...camminare il normale che serve per spostarsi ma non di più...
uff l'unico sport è il nuoto ma non so nuotare e volevo imparare ma con il mio aumento di peso non ci vado di sicuro e poi non posso spendere soldi ... non lavoro e già avrò delle spese per curare il piede e altre cose...
uffa...
alla fine ogni giorno sbaglio...mi abbuffo un po' sempre... è ovvio sono a casa quindi cibo sottomano sempre e poi mi viene la depressione xk sono senza lavoro, non so ancora che destino avrà la mia vita e sono una nullità...non dire che non è così xk lo è...scusa ma è possibile che nemmeno lavoro in un supermercato trovo???
a dimenticavo ho fatto ragioneria e ho come esperienza importante l'ultimo lavoro: per un anno e mezzo ho lavorato come impiegata in uno studio commercialista...fino ad agosto 2009.
cioè se continuo così diventerò una botte...
il lavoro come lo sport sono motivi per fare dell'altro ...
uff...sono disperata...
non so se gliel'ho detto ma ho anche problemi intimi, una specie di infezine/fastidio che da quasi due anni ormai impedisce i miei rapporti sessuali con il mio ragazzo, bene mi sento uno schifo... lui è un santo xk sopporta tt ma io no, io sn stufa di sopportare, beh ho trovato il ginecologo giusto e adesso indagherà per vedere cos'ho...oggi ho fatto il terzo tampone della mia vita e speriamo che si veda qualcosa!!!
ma oltre al disturbo alimentare non potevano darmi gioie invece che ulteriori "sfighe"???????
Torna in alto Andare in basso
sergio67

avatar

Messaggi : 292
Data d'iscrizione : 27.10.09
Età : 51

MessaggioTitolo: Re: PASSO IN AVANTI   Mar Dic 01, 2009 11:12 pm

Ciao Arianna,

resta tranquilla. Non puoi pensare di smettere le abbuffate di punto in bianco. Ci vuole tempo, tempo e pazienza.
E soprattutto non sono quello su cui ti devi concentrare adesso.

Pensa a curare il tuo corpo, e ad essere pronta per quando inizierai la terapia.

Le abbuffate non si riducono impedendosele razionalmente. E' come con una pentola a pressione, se chiudi la valvola la pentola esplode. E' il fornello che bisogna spegnere.

Io ho iniziato la terapia per una depressione, e solo dopo mi sono reso conto del mio problema alimentare. Per quanto può sembrare strano io penso che questo mi abbia aiutato, perchè mi sono concentrato più su me stesso che sul mio problema. E anche durante la terapia le abbuffate sono continuate, una volta dopo una seduta particolarmente intensa, uscito dal terapeuta sono entrato in pasticceria e mi sono comprato (e mangiato) 10/12 mignon. E se leggi qualche mio post saprai che ancora talvolta mi ricapita.
Ma una cosa che ho capito è che sono qualcosa di cui a volte abbiamo veramente bisogno, e non dobbiamo farcene una colpa.
Se durante la terapia riuscirai ad essere sincera con te stessa e ad accettare come sei dentro, vedrai che non avrai più bisogno di controllare le abbuffate.

Un abbraccio
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Arianna
Ospite



MessaggioTitolo: non bisogna arrendersi   Mer Dic 02, 2009 1:40 pm

guarda in parte posso anche condividere il tuo discorso. Ma assolutamente non le abbuffate non devono continuare a fare parte di me, non è normale!! Non bisogna accettarsi con le abbuffate o accettare le abbuffate.
Si può mangiare qualcosa in più ogni tanto, che male c'è? Nessuno, ma l'abbuffata non è un mangiare in più, l'abbuffata è un agnentamento di se stessi, è un rempire un vuoto, è un fare dell'altro per non pensare al problema reale.
Assolutamente vanno ridotte ed eliminate, la cura comprende anche quello oltre la cura della mente. Cioè è tutto collegato: io mi abbuffo xk non sto bene e allora curando il problema alla base le abbuffate devono sparire.
Ripeto che sto parlando delle vere e proprie abbuffate, della perdita di controllo, dello stare male, a volte avere la tachicardia mentre si fanno. Lo stare male dopo, piangere o fare altre cose....
Quelle vanno eliminate assolutamente, non bisogna conviverci...
Mangiare in più ogni tanto si, perchè no...ma quello lo fanno tutto e va benissimo.
Baci Arianna
Torna in alto Andare in basso
sergio67

avatar

Messaggi : 292
Data d'iscrizione : 27.10.09
Età : 51

MessaggioTitolo: Re: PASSO IN AVANTI   Mer Dic 02, 2009 1:58 pm

Probabilmente non mi sono spiegato io.

Hai assolutamente ragione. Non si deve convivere con le abbuffate.

Il mio punto è che non puoi "deciderlo" razionalmente.

Quando dico che non dovrai più controllare le abbuffate, non voglio dire che ti abbufferai incontrollatamente, ma che non ne avrai bisogno, perchè non avrai più la necessità di abbuffarti.

Ma questa necessità non scomparirà di colpo. Si ridurrà progressivamente.

Non ho mai parlato di accettare le abbuffate, ma di "accettare te stessa". E' tutta un'altra cosa.

Un abbraccio
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Arianna
Ospite



MessaggioTitolo: ok la pensiamo uguale   Mer Dic 02, 2009 2:56 pm

bene si avevo capito decisamente sbagliato...
bene sono d'accordissimo con te, lo so ci vuole tempo e già ne ho avuto esperienza...ho già incamminato strade di guarigione solo che poi sono tornata indietro xk le cure non erano quelle giuste, di solito era una autocura diciamo...
un abbraccio
Torna in alto Andare in basso
D.ssa Michela Guariniello
Admin
avatar

Messaggi : 401
Data d'iscrizione : 25.10.09

MessaggioTitolo: Re: PASSO IN AVANTI   Mer Dic 02, 2009 3:57 pm

@ Cara Arianna,
concordo perfettamente con Sergio per il fatto delle abbuffate.
Ciò che posso dirti è che più ti auto-imponi di non abbuffarti più la tua psiche si ribella perchè in questo momento non vuole regole.. Quindi accettare momentaneamente le abbuffate non per convinverci per sempre bensì per evitare di far scatenare il meccanismo di ribellione violento. In questo momento cercare di arginarle sarebbe come cercare di arginare un fiume in piena....

Per il fatto del tendine stai a riposo e presto tornerai più in formissima di prima..

Per il lavoro, il tuo è un problema comune a tutti i giovani quindi l'unica cosa da fare è cercare, cercare, finchè qualche bella notizia arriva.

Un forte abbraccio
PS com'è finita con la fluoxetina?
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo http://www.psicologicampania.it
Arianna
Ospite



MessaggioTitolo: non giustifichiamoci troppo però   Mer Dic 02, 2009 8:44 pm

non sono completamente d'accordo...si se arrivano ok amen...siamo qui per combatterle giusto?? Quindi non stiamo male per "niente".
Ma certe persone e lo faccio anch'io a volte si abbuffano perchè ormai hanno il disturbo alimentare e quindi sono in qualch modo giustificate...ma si mi abbuffo perchè tanto sono così e "posso farlo".
Non dite che non è vero perchè è la verità, lo dico da persona che ci è dentro....
Quindi il fatt di accettare le abbuffate è da valutare, studiare nel dettaglio....
non bisogna accettare e giustificare tutte le abbuffate...
ad esempio io principalmente il mio problema era l'abbuffata notturna e poi ho iniziato a farle anche durante la giornata soprattutto verso la sera. Bene io giustifico quelle notturne perchè proprio non ragiono ma quelle serale no.
Non tutte però perchè ci sono periodi in cui quel desiderio interno è talmente forte che è impossibile il no e sarebbe un danno non accontentare il mio stimolo. Ma quando questo stimolo è ridotto o nullo allora l'abbuffata non è affatto giustificata e non è che dobbiamo farla solo perchè tanto quello lì è il nostro problema e quindi ci giustifichiamo per stare meglio con noi stessi.
Per la fluoxetina la prendo finchè non vado dalla psichiatra, mi permette di dormire alla notte e per me è indispensabile in questo momento.
Bacioni
Torna in alto Andare in basso
Arianna
Ospite



MessaggioTitolo: telefonata dello psicologo   Gio Dic 03, 2009 10:20 pm

bene oggi mi ha chiamata il nuovo psicologo del centro di mantova per fissare l'appuntamento, il primo appuntamento, bene è mercoledì prossimo 09/12/09...benissimo ci siamo wow...
poi oggi mi è arrivato un validissimo libro che ho ordinato la settimana scorsa... si intitola "come vincere le abbuffate" ed è di Christopher Fairburn...collana Noi e il cibo
Bene sabato ho un copleanno e sono abbastanza tesa...ci sarà il mio ex, il ragazzo famoso della descrizione che ho fatto quando mi sono presentata...uff non mi vedrà forte perchè sono fuori forma
Torna in alto Andare in basso
D.ssa Michela Guariniello
Admin
avatar

Messaggi : 401
Data d'iscrizione : 25.10.09

MessaggioTitolo: Re: PASSO IN AVANTI   Ven Dic 04, 2009 2:22 pm

Ciao Arianna,
sono contenta per il nuovo psicologo! Finalmente potrai iniziare il tuo nuovo cammino..

Per il fatto delle abbuffate insisto sul fatto che tu non debba colpevolizzarti qualsiasi sia il motivo per cui ti abbuffi, anche se può sembrare apparentemente banale. Non credo tu sia felice prima, durante e dopo. Non si tratta di giustificare ma di non colpevolizzarsi perchè non è qualcosa che dipende dalla tua volontà.

Un forte abbraccio e facci sapere come procede
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo http://www.psicologicampania.it
sergio67

avatar

Messaggi : 292
Data d'iscrizione : 27.10.09
Età : 51

MessaggioTitolo: Re: PASSO IN AVANTI   Ven Dic 04, 2009 4:17 pm

Auguronissimi per il tuo percorso.

Mettici te stessa è vedrai che un passo alla volta andrà meglio. Ricordati sempre: tempo e pazienza.
Ma soprattutto cerca dentro di te cos'è che ti fa star male.

Ricordati che l'obiettivo è vivere una vita migliore. I progressi non si misurano sulla bilancia.

Un abbraccio
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
ARIANNA
Ospite



MessaggioTitolo: BENE...SONO AGITATA   Sab Dic 05, 2009 11:29 am

Non nascondo che sono agitata però agitata positivamente...per l'incontro intendo...
si si mi impegnerò al 100% questo è sicuro...
questa serà avrò una bella prova da sostenere speriamo bene...vedere il mio ex mi fa stare male ogni volta...beh ci sarà anche il mio ragazzo per fotuna...
comunque giovedì mi è arrivato un libro che avevo ordinata la settimina scorsa...è "come vincere le abbuffate" di christopher farburn e sembra molto valido...
Grazie sergio per le tue parole, perfette e riflettive.
Un abbraccio
ARY
Torna in alto Andare in basso
D.ssa Michela Guariniello
Admin
avatar

Messaggi : 401
Data d'iscrizione : 25.10.09

MessaggioTitolo: Re: PASSO IN AVANTI   Dom Dic 06, 2009 6:20 pm

@ Cara Arianna com'è andata la "prova"?
@ Caro Sergio e la tua "prova" weekend?

Un abbraccio
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo http://www.psicologicampania.it
Arianna
Ospite



MessaggioTitolo: insomma   Mar Dic 08, 2009 1:42 pm

beh alla fine non l'ho salutato ... come tutte le volte...
non ci riesco che devo fare???
io il mio ragazzo sicuramente avrà capito chi era perchè è l'unico che non ho salutato...
beh ho cercato di fare l'estroversa (me stessa) e dai è stata una bella serata tutto sommato...
domani domani c'è lo psicologo wow finalmente ...
Torna in alto Andare in basso
D.ssa Michela Guariniello
Admin
avatar

Messaggi : 401
Data d'iscrizione : 25.10.09

MessaggioTitolo: Re: PASSO IN AVANTI   Mar Dic 08, 2009 1:50 pm

Son contenta sia andato tutto ok alla fine.
Tu comunque come stai Arianna?

In bocca al lupo per domani e mi raccomando facci sapere!!

un abbraccio
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo http://www.psicologicampania.it
Arianna
Ospite



MessaggioTitolo: come sto   Mar Dic 08, 2009 5:45 pm

grazie per la domanda:"tu come stai arianna?"....
non lo so, cioè se guardo il diario alimentare va meglio, ci sono giorni perfetti altri meno, altri in cui c'è una mangiata/abbuffata...ma tutto sommato va meglio di settimane fa...credo di intravedere un rialzamento...
domani mattina vado a fare un'altra seduta di laserterapia per il tendine, dopo di che un altro mesetto di riposo e poi pian pianino in teoria potrò riniziare a fare attività...
domani mattina andrò a mandare dei curriculum nelle aziende vicine...speriamo...ho tanta paura...sono sempre agitata per fare qualsiasi cosa uff...
nel frattempo nessuno ha chiamato...
ora come ora mi concentro nella cura del mio disturbo...
cmq sotto sotto ne soffro di questa disoccupazione, mi sento inutile...
Poi mia sorella mi fa sempre venire i nervi: usa le mie cose senza chiedermelo, che fastidio, per me le può usare perchè sono troppo buona e non riuscirei a dirle di no, però me le deve chiedere, sono mie!!! Mi sento così impotente.
Sembrerà una stupidagine ma questa è stata varie volte causa delle mie abbuffate, xk mi sento impontente, una nullità...
Torna in alto Andare in basso
D.ssa Michela Guariniello
Admin
avatar

Messaggi : 401
Data d'iscrizione : 25.10.09

MessaggioTitolo: Re: PASSO IN AVANTI   Mar Dic 08, 2009 6:24 pm

Brava Arianna, ti stai "muovendo", vedrai che piano piano tutto andrà per il verso giusto.

Per quanto riguarda gli episodi con tua sorella non si tratta di una stupidaggine, dietro questa cosa che può sembrare banale si nasconde tanto, ad es. te che non riesci ad opporti e dire di no, te che cerchi di salvaguardare il TUO spazio, le TUE cose, e poi i rifugi nel cibo sia per sfogare il nervosismo sia per avere un tuo piccolo spazio che nessuno ti può invadere, è solo TUO, ecc ecc e chissà quant'altro...

In bocca al lupo e facci sapere sia del tendine che del colloquio con lo psicologo.


Un abbraccio fortissimo
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo http://www.psicologicampania.it
Arianna
Ospite



MessaggioTitolo: psicologo e dietologa   Gio Dic 10, 2009 4:07 pm

dallo psicologo è andata benissimo direi...bhe benissimo credo insomma...mi ha lasciato parlare di tutto e ha fatto delle domande azzeccate ogni tanto...sai io leggendo i libri ho imparato a conoscermi ancora di più, a capire quasi al 90% il mio disturbo...beh la cura naturalmente devo ancora capirla Smile
niente per questo mi è stato più facile parlare con lui, sapevo già cosa dire: tutto!!!
Gli ho detto che qnd guardo la tv sono troppo presa, mi immedesimo troppo nelle persone al punto di stare male se fanno delle figure di merda...mi ha detto che è perchè appunto mi immedesimo in loro ed quindi sto male perchè io stessa ho paura del giudizio degli altri, ho paura di fare delle figure di merda e di essere giudicata.
Poi mi ha chiesto se sono aggressiva...gli ho detto che un po' lo sono con i miei familiari e con te ma con gli altri assolutamente no, anzi!!! Mi ha detto che lo faccio sl con voi perchè naturalmente ho paura del giudizio altrui e che potrebbero evitarmi, isolarmi. Gli ho detto che poi tu mi stuzzichi...
Mi ha detto come mi sento dopo che sono stata aggressiva...gli ho detto che mi sento stupida e ridicola... tu ti senti così visto che sei anche tu aggressivo con me?????
Mi ha chiesto come avviene l'abbuffata notturna e io gli ho spiegato che parto vado in cucina come se fossi ipnotizzata...l'abbuffata giornaliera (che di solito è serale) invece non è così, cioè ci sono con la testa solo che sento quel desiderio irresistibile di abbuffarmi...a volte il desiderio non è poi così forte ma l'abbuffata c'è lo stesso e allora lì si che sono cretina...
Mi ha chiesto se sto meglio con una relazione a due o di gruppo...gli ho detto a due perchè non sempre riesco ad entrare nei gruppi, perchè mi piace lasciare parlare le persone e così rischio di non parlare mai, di sentirmi esclusa e di stare male.
Poi gli ho detto che sono un tipo che ascolta e osserva tantissimo le persone, se per esempio porto una mia amica a conoscere un'altra mia amica e sto tutto il tempo a preoccuparmi che tutto vada bene, che tutti si divertino e che soprattutto tutti partecipano. Lo faccio soprattutto perchè ho avuto un'infanzia di esclusione, mi escludevono per la mia timidezza e non riuscivo ad interagire, allora non voglio che succeda agli altri.
Poi mi ha chiesto perchè sono li...gli ho detto che sono li perchè voglio sapere com'è la vita senza disturbo alimentare, perchè praticamente da 15 anni sono dentro a questo mondo fatto di cibo, aspetto fisico e apparenze.
Voglio riscoprirmi, scoprire come sono realmente, sapere i miei veri interessi, hobby, ecc. Voglio cominciare a vivere in poche parole.
Mi ha chiesto se l'aspetto fisico è importante per me. Si lo è, lo è sempre stato: da ragazzina perchè ero sovrappeso e tutti mi escludevano e prendevano in giro e io mi chiedevo sempre di più e poi quando sono dimagrita era tutta un'altra favola, stavo benissimo, mi sentivo sicura, forte, una gioia immensa. Adesso naturalmente è un incubo!!!!
Mi ha chiesto com'è il rapporto con mie sorelle, e ho spiegato com'è il rapporto con Lorena, quasi un conflitto perenne praticamente.
Basta...non mi viene in mente altro...cosa mai te lo dirò...
dalla dietologa è andata bene, mi ha chiesto secondo te quanto pesi? io ho detto 68 penso, lei e se pesi 75?? Io ho detto bo non lo so, sarebbe un allarme rosso come no...non penso che porterebbe ad riabbuffarmi ma anzi a migliorarmi...
Però un peso medio alto, tipo 65/66 non sempre sono stati allarmi rossi...come di recente infondo...perchè se no non sarei arrivata a 68 quando ho visto i 66...
Beh peso 67,7 cmq...
Niente mi ha fatto delle correzzioni alimentari e mi ha raccomandato di non mollare la cura assolutamente e che se qualcosa non va, ma non solo su di me anche sul loro modo di curarmi, di dirglielo assolutamente.
Bacioni
Torna in alto Andare in basso
D.ssa Michela Guariniello
Admin
avatar

Messaggi : 401
Data d'iscrizione : 25.10.09

MessaggioTitolo: Re: PASSO IN AVANTI   Gio Dic 10, 2009 6:04 pm

Cara Arianna,
innanzitutto devi essere fiera di te per il passo che hai fatto, BRAVA!

Una cosa non mi è chiara se puoi spiegarmela per favore :
"Poi mi ha chiesto se sono aggressiva...gli ho detto che un po' lo sono con i miei familiari e con te ma con gli altri assolutamente no, anzi!!! Mi ha detto che lo faccio sl con voi perchè naturalmente ho paura del giudizio altrui e che potrebbero evitarmi, isolarmi. Gli ho detto che poi tu mi stuzzichi...
Mi ha detto come mi sento dopo che sono stata aggressiva...gli ho detto che mi sento stupida e ridicola... tu ti senti così visto che sei anche tu aggressivo con me?????"
, ho una confusione tra i te, tu, voi..

Un'ultima cosa, aldilà dei contenuti del colloquio come ti sei sentita? Che impressione ti ha fatto a "pelle"? Sei riuscita ad aprirti in modo autentico?


un abbraccio forte
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo http://www.psicologicampania.it
Arianna
Ospite



MessaggioTitolo: che figura scusa   Gio Dic 10, 2009 7:03 pm

mamma mia che vergogna, mi confesso Smile ... ho fatto copia e incolla perchè quello che ho scritto a te l'ho inviato prima al mio ragazzo per e-mail visto che è a milano e volevo raccontargli degli incontri. Quindi il tu è rivolto al mio ragazzo e il voi alla mia famiglia + il mio ragazzo....
scusami tanto, mi vergogno un casino...
Si sono riuscita ad aprirmi in modo autentico, ho imparato che non ha senso tenersi le cose dentro e ho detto tutte le mie emozioni, vera al 100%. E poi lui mi sembra bravo, se sono riuscita a farlo penso sia stata anche merito suo.
Poi andando avanti vedrò meglio come mi trovo, però non abbandonerò, no!!!
Lui lo vedrò ogni mercoledì.
Grazie
Bacio e scusa ancora
Torna in alto Andare in basso
D.ssa Michela Guariniello
Admin
avatar

Messaggi : 401
Data d'iscrizione : 25.10.09

MessaggioTitolo: Re: PASSO IN AVANTI   Ven Dic 11, 2009 9:51 am

tranquilla cara, c'era qualcosa che non mi tornava in effetti anche perchè aggressiva con me non lo sei mai stata...

Per il resto ti ripeto SII FIERA DI TE STESSA per ciò che hai fatto mercoledì, non darlo per scontato !

Ti abbraccio forte e siamo qui..

PS il tendine invece?
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo http://www.psicologicampania.it
Arianna
Ospite



MessaggioTitolo: Re: PASSO IN AVANTI   Ven Dic 11, 2009 12:22 pm

grazie...ok dopo le tue parole mi sono convinta e si sono fiera di me, non è stato facile ritornare a curarmi ma dentro di me sentivo al 100% che era il momento giusto e che dovevo farlo per tornare a vivere.
Il tendine...mah oggi ho finito la laser terapia e diciamo che con l'anno nuovo riinizierò a fare delle camminate e poi piano piano a correre e speriamo bene...adesso sono a riposo...xò penso che questa tendinite sia venuta nel momento giusto perchè almeno non ho vie di fuga per combattere il mio disturbo, ovvero non ho lo sport come sfogo quindi sarà ancora più difficile. Ma le cose difficili in un certo senso mi piaccino, e se inizio a stare meglio senza attività fisica sarà molto più gratificante...
Sicuramente mi sarò spiegata male Smile ma non riesco molto a spiegare il concetto...magari mi puoi aiutare tu Smile
Le gocce non mi rendono più rincretinita...fanno il loro dovere cioè placano i miei attacchi di abbuffata...almeno io sento che fanno questo...quando mangio qualcosa di dolce non mi si allarga più lo stomaco come una volta ma è normale cioè finisco la porzione di quel dolce e poi sono sazia e non affamata di dolce.
Grazie grazie grazie...
Mi piacerebbe tanto fare il tuo lavoro ma aimè non riesco a concentrarmi altro che sul cibo e forse non sono più in tempo per affrontare eventualmente l'università...mi sento che mi sono mangiata le mani...Sto malissimo per questo motivo, mi sarebbe tanto piaciuto laurearmi in qualcosa che veramente mi appassiona ma trovarlo è difficile perchè ho le emozioni e idee contorte per via della mia fissa alimentare e mi sento una fallita senza ambizioni.
Torna in alto Andare in basso
D.ssa Michela Guariniello
Admin
avatar

Messaggi : 401
Data d'iscrizione : 25.10.09

MessaggioTitolo: Re: PASSO IN AVANTI   Mer Dic 16, 2009 10:17 am

ti sei spiegata benissimo da sola cara Arianna, tutto chiarissimo tranquilla.

Per l'università sei SEMPRE in tempo, appena ti rimetterai puoi iniziare a pensarci se è davvero ciò che desideri, ora si in pausa per tuoi problemi (non equivale ad essere falliti se si sta male !!!!!!!!!), appena starai bene ed il cibo non deciderà pi per te potrai scegliere tu stessa di riprendere gli studi, ripeto si è SEMPRE in tempo.

Un abbraccio forte forte, tienici aggiornati
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo http://www.psicologicampania.it
Arianna
Ospite



MessaggioTitolo: secondo appuntamento dallo psicologo   Mer Dic 16, 2009 10:15 pm

Si hai ragione non è mai tardi...il mio ragazzo ha iniziato l'università quest'anno a 23 anni.
Io spero solo che sia il percorso giusto, che riesca finalmente ad uscire da questo schifo, che riesca a capirmi dentro.
Il mio psicologo non prende appunti e mi sembra una cosa strana...a te no?? Comunque la prossima volta ho intenzione di chiedergli il perchè.
Cos'è successo oggi? Mah vediamo un po'...gli ho detto che in questi anni ho scoperto di essere gelosa e possessiva ma che mi tengo tutto dentro e non dimostro agli altri perchè penso sia una cosa sbagliata l'essere gelosi e possessivi ed inoltre non vorrei che gli altri lo fossero con me. Mi ha chiesto se non l’ho mai fatto presente al mio ragazzo e gli ho detto di no, non so esattamente il perchè (visto che con il mio ragazzo sono un libro aperto), ma non gliel’ho detto, forse perchè penso che sia un atteggiamento sbagliato e punto.
Secondo me ci sono cosa che bisogna placare e altre no. La possessività va placata e ad esempio la voglia di acculturarsi sempre di più no.
Abbiamo rianalizzato il fatto che sento che ho una doppia personalità: l'arianna cattiva e l'arianna buona. Mi ha chiesto di descrivere queste due figure e di dargli un'età. Arianna cattiva è immatura, infantile...arianna buona è adulta. Arianna buona è severa, perfetta, che mira alla perfezione, è matura e saggia. Arianna buona a volte scoppia perde l'equilibrio della perfezione e del contenimento sentimentale e scoppia nell'abbuffata.
Ha detto che è come se mi mettessi delle barre, dei paletti e oltre non si può andare, è sbagliato andarci.
Ho detto che secondo me le abbuffate mi servono anche come "alibi" per non affrontare il mondo degli adulti. Ovvero io ho paura in un certo modo di crescere e di affrontare problemi da grandi, di entrare nel mondo "crudele" degli adulti e allora l'abbuffata serve a "distrarmi" a tornare indietro con l'età o meglio a bloccare la mia età. Mi permettono di non vedere la vera realtà e di affrontarla in base alla mia età.
Ho detto che mi sento vecchia a 21 anni!! Sento che ho buttato via anni preziosi della mia giovinezza e se continuerò così ne butterò via altri, e nel frattempo io invecchio e ci sarà il giorno che dirò: adesso si che sono vecchia veramente e non ho concluso niente della vita. E' meglio fermare questo schifo.
Ha detto che ho un bel modo di ragionare, una testa valida ma Ha detto anche che ho fame, fame di vita, fame di scoprire, esplorare (lui l'ha spiegato molto meglio e mi è piaciuto quello che ha detto).
è vero ho fame di vita e mi tengo bloccata!!! Dove sono libera??? Nelle abbuffate!!!!
Mi ha chiesto: non c'è mai una situazione dove tu sei te stessa al 100%, dove sei libera senza pensieri e senza blocchi???
Ho detto di no, anche se a volte con il mio ragazzo mi avvicino alla libertà del 100%.
Il mio ragazzo è uno spirito pazzerello, è il "pagliaccio" della compagnia diciamo....a me piace da matti questo aspetto perchè anch'io sotto sotto sono così, magari più limitata certo ma mi avvicino molto; solo che a causa della mia timidezza e del mio corpo ho sempre tenuto tutto dentro, e quando in prima superiore ho iniziato a dimagrire pian piano anche il mio vero carattere è iniziato ad emergere ed il mio ragazzo mi ha dato una bella spinta in più.
Lo psicologo mi ha chiesto se mi piace questo carattere del mio ragazzo ed io gli ho detto di si ma non sempre perchè Manuel, il mio ragazzo, è così al 99% e quando voglio fare un discorso serio è assai difficile perchè la butta sempre sul ridire. Mi ha chiesto se mi da fastidio perchè lo trovo infantile, io ho detto di si, il comportamento è infantile e siccome il mio ragazzo non lo è pretenderei che facesse il serio nei momenti opportuni.
Mi ha chiesto se sono severa e aggressiva con gli altri (me l'ha chiesto anche l'altra volta), io ho detto di no, aggressiva no di sicuro e severa no, non penso, magari certe volte mi aspetto di più ma fa lo stesso... però sono severa e aggressiva con me stessa in primis e poi con il mio ragazzo.
Poi ho detto che in questo periodo mi sento una nullità, senza lavoro, senza ambizioni, proprio vuota. Ma alla fine sono sempre stata vuota, senza hobby, solo in terza superiore per la scusa che dovevo dimagrire ho iniziato ad andare in bici e a scoprire la passione per la bici. Se l'avessi fatto prima, da piccola, magari adesso sarei qualcuno nel mondo dello sport visto che ho così tanta determinazione e passione. Lui mi ha detto che vedo sempre di ottenere dei risultati sulle cose, cioè dei risultati sportivi in questo caso, ovvero non ho detto oh che bello mi piace andare via in bici ma ho pensato subito se l'avessi fatto prima adesso chissà che risultati avrei ottenuto. Ha ragione Smile
Mi ha chiesto: cosa pensano i tuoi di te? Bo, saranno delusi, sono una nullità, a scuola andavo bene ed erano soddisfatti, ma ora...ora sono disoccupata e senza ambizioni. Avrei voluto andare all'università ma non ho la testa, però è difficile capire realmente quello che voglio fare perchè se guardo la possibilità di andare all'università vedo tutto nell'ambito alimentare e non so se sia un bene perchè ne so qualcosa o un male perchè mi farebbe stare tutta la vita in quell' ambito. Non mi ha dato risposta beh era una domanda indiretta.
Mi ha chiesto e tu cosa pensi di me? Bo, non giudico mai una persona così presto, mi ha chiesto ti sei trovata bene la scorsa volta? Si! Ti senti agitata oggi? No. Ti ha dato fastidio qualcosa che ho detto? No.
Se vedi che qualcosa non va in me cosa farai? (Ma questo me l'ha già detto l'altra volta!!!) Gli ho detto che glielo dico e che insieme si vedrà come fare.
Poi gli ho detto che mi sento sola, sola perchè il mio ragazzo è a Milano e prima ci vedevamo ogni giorno e anche più di una volta, bo io praticamente ho sempre fatto una vita con mie sorelle davanti, soprattutto mia sorella Lorena (la mezzana, 23 anni) che ha scelto il mio stesso percorso di studi (ragioneria) e in quinta superiore quando mi sono trovata da sola perchè lei ha iniziato l’università mi è venuto panico, e sono iniziati gli attacchi di panico in mezzo alla gente, dovevo scappare a casa perchè mi sentivo osservata e stavo malissimo. Poi ho cercato la protezione nel mio ragazzo, gli chiedo sempre aiuto, certe volte faccio fare a lui certe cose. Bene adesso è andato via pure lui e sono spaesata.
Poi Manuel è autonomo al 100%. Lo psicologo mi ha detto che è facile che io abbia trovato in lui quello che vorrei essere io, cioè l’autonomia che non ho.
Mi ha chiesto cosa non mi piace che gli altri dicano di me. Quando mia sorella Lorena dice che sono egoista, e lo dicono pure i miei certe volte. Egoista per il mio disturbo alimentare anche. Ma anche se non mi sento per niente egoista alla fine hanno ragione perchè io a volte proprio mi isolo nel mio disturbo e gli altri non esistono più.
Il tempo in un soffio era già finito, è volato oggi alla seduta, bo quando era finito mi sentivo scossa, confusa, un po’ in trans e avevo tanta tantissima voglia di correre e sfogarmi.
Credo di averti scritto tutto l’incontro più o meno... non mi viene in mente altro...
Cosa ne pensi?? Hai da darmi dei consigli??? Dimmi pure che io accetto tutto...
Abbraccio e bacione forte
Torna in alto Andare in basso
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: PASSO IN AVANTI   

Torna in alto Andare in basso
 
PASSO IN AVANTI
Torna in alto 
Pagina 1 di 3Vai alla pagina : 1, 2, 3  Seguente
 Argomenti simili
-
» Passo passo torta Barbie
» Piano di costruzione e passo passo costruzione gozzo
» TROVATO UN SITO DI DIORAMI PASSO PASSO fantastico
» Geisha!
» Sposa in pasta

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Psicologi Campania :: DISTURBI ALIMENTARI (anoressia, bulimia, obesità, binge eating, ecc) :: DISTURBI ALIMENTARI (anoressia, bulimia, obesità, binge eating, ecc)-
Vai verso: