Forum di discussione su problematiche inerenti disagi psichici.
 
IndiceCalendarioFAQCercaLista UtentiGruppiRegistratiAccedi

Condividi | 
 

 E' possibile riempire il vuoto?

Andare in basso 
AutoreMessaggio
sergio67

avatar

Messaggi : 292
Data d'iscrizione : 27.10.09
Età : 51

MessaggioTitolo: E' possibile riempire il vuoto?   Dom Nov 29, 2009 12:02 am

Uno degli argomenti che ho affrontato in terapia è stato il vuoto. Vivere il vuoto, sentire il vuoto, toccare il vuoto. Ed è un argomento che è tornato più volte nei discorsi con altri utenti.

Credo che più di altri argomenti il vuoto, il vuoto dentro, sia qualcosa che accomuna comportamenti come i disturbi alimentari, ma anche l'autolesionismo, con cui ho notato paralleli sorprendenti.

E' questa la domanda, è questo l'argomento: è possibile riempire il vuoto?

Io credo di no. Il vuoto è parte di me. Credo che il massimo che possiamo fare è imparare a conviverci. E' inutile pensare a come fanno gli altri. Secondo me non tutti sentono il vuoto. Ma se lo senti è inutile cercare di riempirlo, non ci riuscirai. Ma se lo accetti come parte di te, probabilmente riuscirai a non sentire più il bisogno di riempirlo.

Per me sarebbe già tanto.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
D.ssa Michela Guariniello
Admin
avatar

Messaggi : 401
Data d'iscrizione : 25.10.09

MessaggioTitolo: Re: E' possibile riempire il vuoto?   Dom Nov 29, 2009 9:45 am

Interessantissimo argomento Sergio, infatti mi piacerebbe che tutti partecipassero..anche perchè è qualcosa che accomuna TUTTI .

Ti dico la mia opinione.
Io credo che la sensazione di vuoto sia universale, tutti ce l'abbiamo in modo diverso perchè tutti siamo diversi.
Ovviamente questa sensazione non è statica ma mobile, infatti fluttua nel tempo, cambia ogni secondo (chi soffre di disturbi ciclotimici potrà confermare, perchè lo vive proprio in modo reale).
Anche la percezione della sensazione di vuoto varia da persona a persona (c'è chi la sente di più, chi neanche si pone il problema, ecc e ciò dipende da tante cose), così come le modalità di riempire quel vuoto.
Si, è giusto accettarla in quanto è universale come il dolore, e se non l'avessimo non potremmo esperire la sensazone di "pieno". Solo svuotandoci possiamo capire che significava riempirci e viceversa.
L'ideale sarebbe come sempre raggiungere la giusta misura : il "vaso" non dev'essere nè troppo "pieno"perchè altrimenti trabocca, nè troppo "vuoto" perchè altrimenti non si regge in piedi, proprio come quando sei a digiuno e lo stomaco fa rumore.
Nella fase che stai attraversando ora caro Sergio, è normale che tu ti senta più vuoto, è normale che lo "stomachino brontoli", perchè per anni e anni (una vita intera direi..) hai riempito quel vuoto con il cibo. In questo modo non sentivi più il vuoto, ti anestetizzavi momentaneamente ed avevi il tuo rifugio. Ovviamente con il tempo questo metodo si è rivelato una scorciatoia fasulla, e quel vuoto è diventato ancora più "vuoto".

Se si può riempire? A mio avviso Si.
Uno degli scopi della psicoterapia è proprio questo, ovvero aiutarti a trovare il modo di riempire quel vuoto non di cose fasulle e momentanee (come il cibo) ma di qualcosa di duraturo che con il tempo possa diventare una sorta di stampelle, sto parlando di : "amore" per sè stessi, per la famiglia, per gl altri, relazioni, emozioni, esperienze, ecc (tutto ciò quando c'erano i metodi fasulli non poteva essere espresso totalmente in quanto c'era sempre un terzo incomodo, un mediatore, un direttore d'orchestra, un giudice supremo..), in poche parole il vuoto va riempito con la VITA.

Tranquillo Sergio, in questo momento sei semplicemente alla ricerca della tua giusta pienezza, solo tua. Quindi dopo aver oscillato tra troppo pieno e troppo vuoto troverai il giusto equilibrio (anche se ciò non equivarrà mai alla staticità perchè l'equilibrio per sempre non esiste, il per sempre non esiste).


Un abbraccio forte forte e aspetto altre opinioni
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo http://www.psicologicampania.it
Elettra

avatar

Messaggi : 154
Data d'iscrizione : 31.10.09

MessaggioTitolo: Re: E' possibile riempire il vuoto?   Dom Nov 29, 2009 10:30 am

Un modo utile( e fasullo) per riempire il vuoto negli ultimi anni l'ho trovato nel fare, fare, fare...
appena sento che inizio a sentirmi vuota ed a interrogarmi sull'inutilità di tutto, inizio a riempirmi di impegni con cui distrarmi.

La mia terapeuta, all'ultimo incontro, mi diceva se era utile impegnarsi così tanto nelle attività per non sentirsi e non fosse invece più utile fermarsi.
Mi fa paura l'idea di ascoltare ed attraversare il vuoto. L'ho provato già troppe volte.
Non voglio farlo da sola, tanto so già come va a finire.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
sergio67

avatar

Messaggi : 292
Data d'iscrizione : 27.10.09
Età : 51

MessaggioTitolo: Re: E' possibile riempire il vuoto?   Lun Nov 30, 2009 12:00 am

D.ssa Michela Guariniello ha scritto:
Io credo che la sensazione di vuoto sia universale, tutti ce l'abbiamo in modo diverso perchè tutti siamo diversi.
...
Uno degli scopi della psicoterapia è proprio questo, ovvero aiutarti a trovare il modo di riempire quel vuoto non di cose fasulle e momentanee (come il cibo) ma di qualcosa di duraturo che con il tempo possa diventare una sorta di stampelle, sto parlando di : "amore" per sè stessi, per la famiglia, per gl altri, relazioni, emozioni, esperienze, ecc (tutto ciò quando c'erano i metodi fasulli non poteva essere espresso totalmente in quanto c'era sempre un terzo incomodo, un mediatore, un direttore d'orchestra, un giudice supremo..), in poche parole il vuoto va riempito con la VITA.

Forse. O forse no. C'è vuoto e vuoto.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
evelin14
Ospite



MessaggioTitolo: il vuoto   Lun Nov 30, 2009 2:46 pm

Allora io penso che anche il vuoto fa parte di un disegno della nostra vita terrena, se abbiamo tutto pieno non ci fermeremo mai a fare benzina, che sia di affetto, amore, amicizia, e di tante altre piccole cose, di cui non ci accorgiamo nemmeno l'esistenza, il vuoto fa parte, è farà sempre parte della nostra esistenza, è impossibile non sentire il vuoto dentro ognuno di noi, ma di qualsiasi genere, poi bisognerebbe capire di che vuoto ci si sente dentro, e riuscire a colmarlo con altre cose vere, è non fasulle, anche qui bisognerebbe capire quali sono le cose vere è le cose fasulle, perchè cmq anche l'amore può finire, l'amicizia può finire, l'affetto può mancare, è anche questo sarebbe tutto fasullo? Io credo che sia più provabile che ognuno di noi accetti quel senso di vuoto che ha dentro di se, e riesca a coviverci il più serenamente possibile, accettando anche essi come compagnia del nostro lungo viaggio da percorrere. Credo che non ci sia persona al mondo che possa dire io dentro di me non sento alcun vuoto, sarebbe una cosa fasulla e inumana, ogni essere vivente pur avendo tutto o una vita agiata, a dei momenti di sconforto è quello possiamo qualificarlo come vuoto dentro... siamo esseri umani con le nostre debolezze, con i nostri sentimenti, quindi chiunque dice di non aver avuto o di non sentir alcuno vuoto dentro di se, mente solo a se stessi , almeno questo è un mio pensiero personele, io dentro di me ne ho tanti di vuoto, e non cerco di colmarlo con altre cose, forse, dico forse sto cercando di farmelo amico, in modo che io posso sentirlo il meno possibile, o abituarmi all'idea che ora lui esiste è dentro di me ed io devo solo che accettarlo, tanto pur non accettandolo non andrebbe via, quindi la miglior cosa e fare convivenza, forse insieme riusciamo anche a riempirci io e il vuoto....
Torna in alto Andare in basso
D.ssa Michela Guariniello
Admin
avatar

Messaggi : 401
Data d'iscrizione : 25.10.09

MessaggioTitolo: Re: E' possibile riempire il vuoto?   Mar Dic 01, 2009 6:40 pm

Cara Evelyn,
grazie di aver condiviso con noi la tua opinione.

Mi è piaciuta molto questa frase "quindi la miglior cosa e fare convivenza, forse insieme riusciamo anche a riempirci io e il vuoto....".
è vero il vuoto è universale, tutti ce l'hanno, chi crede di non averlo è perchè non si è mai fermato a "sentirsi".
è vero pure che bisogna conviverci e farci amicizia piuttosto che cercare di rimpinzarlo con cose alla rinfusa e "fasulle".
L'amore può finire, l'amicizia pure, tutto può finire ma non ci lasciano mai a mani vuote,..


Un abbraccio forte forte
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo http://www.psicologicampania.it
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: E' possibile riempire il vuoto?   

Torna in alto Andare in basso
 
E' possibile riempire il vuoto?
Torna in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Laggiù dove tutto è possibile
» Bacchette sushi con Kokeshi!^__^
» Libri "usati o non piu' in commercio"
» Una Chiesa per gli Atei? A quanto pare è possibile
» Il Fascino dell'Assassino: ipotesi sulle dinamiche psicologiche che portano ad innamorarsi di assassini detenuti in carcere

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Psicologi Campania :: DISTURBI ALIMENTARI (anoressia, bulimia, obesità, binge eating, ecc) :: DISTURBI ALIMENTARI (anoressia, bulimia, obesità, binge eating, ecc)-
Vai verso: