Forum di discussione su problematiche inerenti disagi psichici.
 
IndiceCalendarioFAQCercaLista UtentiGruppiRegistratiAccedi

Condividi | 
 

 Inutilmente consapevole

Andare in basso 
AutoreMessaggio
Lamù78
Ospite



MessaggioTitolo: Inutilmente consapevole   Mar Mar 16, 2010 6:59 pm

Sto male,sento che mi sto uccidendo! Prima riuscivo ad intervallare le abbuffate con un giorno di tregua,ora non riesco proprio più a controllarmi.Sono in caduta libera! Embarassed Oramai non mi chiedo neanche più cosa mi fa stare male,perché la risposta é:sono io!Come sono.fatta..tutta sbagliata in questo mondo!Tra un po' vado in bagno...non ce la faccio più!E' tutto così assurdo eppure continuo. Mi basterbbe anche solo una parola in questo momento!Help![center]
Torna in alto Andare in basso
sergio67

avatar

Messaggi : 292
Data d'iscrizione : 27.10.09
Età : 51

MessaggioTitolo: Re: Inutilmente consapevole   Mer Mar 17, 2010 12:04 am

Ciao Lamù,
io invece penso che non riuscire più ad avere nemmeno un giorno di tregua sia una cosa positiva. Ho la sensazione che dietro questo giorno di tregua stessi nascondendo le tue difficoltà. Ora invece sei costretta ad affrontarle. Ed è proprio questo il momento giusto per reagire. Proprio quando ti sembra che tutto sia inutile, quando la tua sofferenza ti sembra senza fine.
So fin troppo bene quanto faccia soffrire il sentirsi sbagliati. Ma devi capire una cosa importante. Non sei tu ad essere sbagliata! L'idea di essere sbagliati, per quanto ci possa sembrare reale, è solo questa, appunto, un 'idea. Non è reale.
Se stai così, sicuramente c'è un motivo. Qualcosa che non riesci ancora a vedere, ma che c'è e che ti costringe a fare quello che fai.
Le abbuffate non si risolvono con il controllo. Perchè esprimono un'esigenza profonda, irrazionale, che sale come un'onda e travolge tutto quello che trovano davanti. Il controllo è un argine temporaneo ma non può resistere alla furia della tempesta.
Le abbuffate si risolvono (perchè si risolvono) in un altro modo. Disinnescando la miccia che le accende. Andando alle vere radici della tua sofferenza.
E' per questo che serve un'aiuto. Una guida che ti aiuti a capire e a lasciare andare la tua sofferenza. Non so se hai già parlato con uno psicologo. Se non lo hai fatto, fallo prima che puoi.

E' importante capire che le abbuffate non sono la causa della tua sofferenza, ma l'effetto. E finchè concentrerai la tua attenzione su di esse non riuscirai mai a liberartene. Non ti devi sentire in colpa per le abbuffate: esprimono in modo tangibile la tua sofferenza. Se lo fai è perché in questo momento ne hai bisogno. Ma quando avrai sciolto i nodi della tua anima, se ne andranno da sole...

Un abbraccio
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
D.ssa Michela Guariniello
Admin
avatar

Messaggi : 401
Data d'iscrizione : 25.10.09

MessaggioTitolo: Re: Inutilmente consapevole   Mer Mar 17, 2010 1:21 pm

Cara Lamù,
innanzitutto BENVENUTA tra noi.

Il carissimo Sergio ha giàdetto in gran parte ciò su cui mi sarei soffermata io.

Lo so e lo sento che è dura in questo momento, essere in balia di una forza che decide per te, che ti fa perdere il controllo è straziante e flagellante, ma quel "mostro" credimi ha un messaggio per te, ti sta dicendo qualcosa, prova ad ascoltarlo.
Inutile combattere contro quella forza, come ha detto Sergio dietro le abbuffate (mezzo di espressione della sofferenza) si nasconde un bisogno che hai in questo momento.
Inutile anche combattere contro di te, quello da dentro di noi è l'unico trasloco che non possiamo mai fare, è una guerra persa in partenza quindi tanto vale iniziare a fare amicizia consè stessi..

ti abbraccio forte e facci sapere come stai
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo http://www.psicologicampania.it
Lamù78
Ospite



MessaggioTitolo: Re: Inutilmente consapevole   Mer Mar 17, 2010 7:26 pm

Grazie per le vostre risposte. Oggi sto meglio,sono riuscita a dominare il "demone" e mi sento soddisfatta. Detto così potrebbe sembrare che il mio benessere dipenda solo dall'evitare l'abbuffata,in questo tipo di patologia è così,ma mi sento meglio soprattutto perché oggi sono riuscita ad avere rispetto di me e a non farmi del male.
Grazie Sergio67,hai centrato in pieno il problema e il sentire che qualcuno senza troppe parole comprenda senza giudicare determinati stati d'animo è più consolante di mille altri discorsi. Purtroppo ho provato diversi percorsi...niente e mi sono arresa.
E grazie ancora a lei dottoressa. Le volevo chiedere se anche lei riceve nella sede di C.S.Giorgio,mi ispira fiducia e dopo aver rinunciato alla psicoterapia,ci sto ripensando.
Torna in alto Andare in basso
D.ssa Michela Guariniello
Admin
avatar

Messaggi : 401
Data d'iscrizione : 25.10.09

MessaggioTitolo: Re: Inutilmente consapevole   Mer Mar 17, 2010 8:23 pm

Cara Lamù,
non devi ringraziarci siamo qui per questo..

Comprendo perfettamente il fatto che tu senta di stare meglio perchè sei riuscita a controllarti, però sai la "bestia" si mette sempre dietro l'angolo e aspetta di riemergere appena abbassi la guardia se non ascolti ciò che ha da dirti..
Ciò su cui vorrei riflettessi è : sei sicura che aver resistito alla bestia (abbuffata) sia un bene PER TE o credi che possa esser
e l'ennesima VIOLENZA/COSTRIZIONE che ti auto-imponi?

Per quanto riguarda i percorsi terapeutici che hai abbandonato, evidentemente non era il momento giusto per te ma ciò non vuol dire che tu non debba riprovarci. I distrbi alimentari vanno necessariamente curati, il dolore che c'è sotto il sintomo va sadicato, affrontato, metabolizzato, non va via da solo purtroppo e credo tu lo sappia bene. Cara Lamù il tuo obiettivo dev'essere vivere serena non quello di dominare la "bestia"...

Al momento non riceviamo a C.S.Giorgio ma nelle sedi di Salerno e Napoli.

Un abbraccio forte e NON MOLLARE !!!
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo http://www.psicologicampania.it
sergio67

avatar

Messaggi : 292
Data d'iscrizione : 27.10.09
Età : 51

MessaggioTitolo: Re: Inutilmente consapevole   Gio Mar 18, 2010 12:43 pm

Se comprendo senza giudicare è perchè ci sono passato Smile.
Ma non ti devi arrendere. Devi solo cambiare strategia.
Più ci ostiniamo a rinunciare a qualcosa, più ci leghiamo ad essa. Invece di perseguire la strada del controllo, prova la strada della comprensione.
Quali sono i reali motivi per cui hai bisogno del cibo?
Certo, la comprensione richiede tempi molto più lunghi del controllo "temporaneo", ma i risultati sono duraturi nel tempo. Ormai dovresti aver capito che il controllo ti può dare sollievo, ma non risolve veramente i problemi. Non elimina la sofferenza, ma al contrario la accumula, per poi restituirtela di colpo tutta insieme.
Ci vorrà del tempo, pazienza, e impegno e certamente dovrai affrontare quel dolore che ancora oggi cerchi di evitare attraverso le abbuffate, ma una volta che lo avrai vissuto te ne sarai liberata per sempre...

ti aspetto in chat Wink

un abbraccio
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Lamù78
Ospite



MessaggioTitolo: Re: Inutilmente consapevole   Gio Mar 18, 2010 9:50 pm

Carissimo Sergio,le tue parole sono sempre intrise di saggezza!
Ho fatto già un bel lavoro su di me,poi ad un certo punto mi sono fermata,ma è una mia dinamica comportamentale,una di quelle che contribuiscono ad acuire in me il senso di insoddisfazione e inadeguatezza.
Sono consapevole dei motivi sottesi al mio malessere,so che la malattia esprime un disagio profondo che non va combattuto ma quasi assecondato,accettato per evitare il circolo vizioso.
Ormai però la malattia è diventata quasi un'amica,quotidianamente non posso mancare all'appuntamento con essa:colma il vuoto che ho fatto nella mia vita e senza di essa avverto il panico.
Alla base di tutto in me c'è il senso di abbandono e di rifiuto,essi hanno condizionato tutta la mia vita creando una frattura tra sogni e ideali da un lato e scelte e azioni dall'altra,fino a farmi sentire divisa,fino a non farmi riconoscere.
Forse un giorno riuscirò...
Torna in alto Andare in basso
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: Inutilmente consapevole   

Torna in alto Andare in basso
 
Inutilmente consapevole
Torna in alto 
Pagina 1 di 1

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Psicologi Campania :: DISTURBI ALIMENTARI (anoressia, bulimia, obesità, binge eating, ecc) :: DISTURBI ALIMENTARI (anoressia, bulimia, obesità, binge eating, ecc)-
Vai verso: