Forum di discussione su problematiche inerenti disagi psichici.
 
IndiceCalendarioFAQCercaLista UtentiGruppiRegistratiAccedi

Condividi | 
 

 Domanda...

Andare in basso 
AutoreMessaggio
Fedrik



Messaggi : 1
Data d'iscrizione : 31.10.09

MessaggioTitolo: Domanda...   Mar Nov 03, 2009 5:02 pm

Salve a tutti...Innanzitutto colgo l'occasione per fare i complimenti alla dottoressa Guariniello e al dott.Esposito per la realizzazione di questo sito e in particolare di questo forum ricco di così tante "categorie" che permette a tanti utenti di poter esprimere i propri problemi,le proprie sofferenze,i propri dolori.
Detto questo,io sono Fedrik,un ragazzo italo-americano di 26anni...Ho provato precedentemente a rispondere alle domande postate dalla dott.ssa Guariniello nel topic "conosciamoci meglio" e molte di quelle domande rappresentano il fulcro dei miei problemi.Da circa 2 anni ho delle variazioni importanti di peso,eccessi e decrementi in continuo,il mio peso non è mai stabile a causa di frequenti abbuffate in determinati mesi(con sensi di colpa continui) e da digiuni completi accompagnati da una intensa attività fisica in altri periodi dell'anno.La mia domanda è questa:credete che io soffra di qualche disturbo psicologico e quindi debba ricorrere ad uno psicologo oppure si tratta di un semplice problema alimentare che possa essere risolto con un consulto dal nutrizionista?Grazie mille a tutti per l'ascolto.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
sergio67

avatar

Messaggi : 292
Data d'iscrizione : 27.10.09
Età : 51

MessaggioTitolo: Re: Domanda...   Mar Nov 03, 2009 7:48 pm

Rivolgiti a uno psicologo, meglio ancora se psicoterapeuta.

Non si può fare diagnosi via internet (e poi non sono nemmeno psicologo), ma ho imparato che in genere un comportamento alimentare così disordinato è il sintomo di un disagio più profondo, per affrontare il quale un nutrizionista semplicemente non è attrezzato.

Ma abbi fiducia, qualunque sia la tua sofferenza interiore, il tuo disagio, è possibile smettere di soffrire. Te lo dico per esperienza personale.

Se poi hai voglia di raccontarci qualcosa in più di te e delle tue difficoltà sei assolutamente il benvenuto.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
D.ssa Michela Guariniello
Admin
avatar

Messaggi : 401
Data d'iscrizione : 25.10.09

MessaggioTitolo: Re: Domanda...   Mer Nov 04, 2009 9:36 am

Caro Fedrik,
innanzitutto benvenuto!

Come giustamente ha asserito il carissimo Sergio, azzardare una diagnosi online oltre a non essere deontologicamente corretto sarebbe impossibile in quanto la diagnosi psicologica non può prescindere da un incontro vìs a vìs tra terapeuta e paziente.
Assodato ciò, diciamo che fluttuazioni di peso non eccessive potrebbero anche rientrare nella “norma”, il problema è verificare quanto questi “comportamenti alimentari scorretti” vanno ad incidere sulla tua qualità di vita, quanto il controllo del peso e del corpo diventa il mediatore di ciò che puoi o non puoi fare, insomma quanto la tua vita ruota attorno al tema “cibo-peso-corpo”. Quindi la prima domanda che ti invito a porti è : quanta sofferenza ti provocano questi comportamenti alimentari? O ancora, quante “risorse, pensieri ed emozioni” stai imbavagliando per gestire il tuo peso?
Per quanto riguarda invece l’alternarsi di fasi “restrittive” a fasi di “abbuffate” che sostieni caratterizzare le tue modalità di alimentarti, dal punto di vista alimentare tanto quanto psicologico paradossalmente uno dei meccanismi scatenanti l’ ”abbuffata” risiede nel digiuno (come diceva Oscar Wilde "più te lo concedi più ci potrai rinunciare, più non te lo concedi più diverrà irrinunciabile"), quest'ultimo perpetua il ciclo dieta ferrea-abbuffata portando all'effetto noto come "yo-yo"del peso corporeo, che come vivrai sulla tua pelle risulta straziante dal punto di vista fisico ma soprattutto psicologico in quanto porta all'alternarsi di vissuti di fallimento e vissuti di pseudo forza quasi onnipotente. Il fatto è che questi vissuti opposti vengono fatti dipendere esclusivamente dal controllo che riesci ad avere sul cibo e sul peso, distogliendo la tua attenzione dal problema reale. Il controllo dell’aspetto esteriore viene quasi sempre inconsciamente messo in atto per controllare sé,gli altri ed altro : ti sei mai chiesto cosa cerchi di controllare attraverso il corpo?
Io noto una certa sofferenza di fondo, quindi a mio modesto avviso prima che al nutrizionista dovresti rivolgerti ad uno psicologo e/o psicoterapeuta per cercare di scoprire cosa si cela dietro queste tue modalità alimentari abnormi e strazianti e cercare di lavorare su pensieri ed emozioni che li hanno causati. In bocca a lupo e facci sapere come va.

Un forte abbraccio
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo http://www.psicologicampania.it
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: Domanda...   

Torna in alto Andare in basso
 
Domanda...
Torna in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Riflessioni Storiche sul legame tra Sesso e Potere e sulla Genesi del Senso di colpa come Strumento di Controllo sociale
» Teorie delle Intelligenze multiple: qualche domanda
» Domanda su Stampi
» DOMANDA SU "SOLD OUT"
» Domanda

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Psicologi Campania :: DISTURBI ALIMENTARI (anoressia, bulimia, obesità, binge eating, ecc) :: DISTURBI ALIMENTARI (anoressia, bulimia, obesità, binge eating, ecc)-
Vai verso: