Forum di discussione su problematiche inerenti disagi psichici.
 
IndiceCalendarioFAQCercaLista UtentiGruppiRegistratiAccedi

Condividi | 
 

 Due personalità diverse

Andare in basso 
AutoreMessaggio
puntoluce



Messaggi : 2
Data d'iscrizione : 02.11.09

MessaggioTitolo: Due personalità diverse   Lun Nov 02, 2009 12:05 pm

Buongiorno Gentili Dottori,

e buongiorno a tutti.
Sono una ragazza d 28 anni e da 3 mesi sono fidanzata con un ragazzo di 24.
All'inizio della storia, appena conosciuto, diceva frasi del tipo:"sei il mio miracolo"..
"tu penserai che io sia una persona forte ma non sai che senza il tuo amore io
potrei morire".. "ogni giorno che passa mi innamoro sempre piu di te impazzisco
di te".. "vorrei essere Gesù per toglierti un po della tua sofferenza".."non credevo
piu in certi valori ma grazie a te ci credo ancora".. "io ti amo piu di me stesso
piu di ogni altra cosa al mondo e voglio la tua felicita questo è ora il mio unico
desiderio".. E mi mandava sms in continuzione anche se era al lavoro.. ogni volta
che mi riaccompagnava a casa appena era sotto le coperte mi scriveva che era
arrivato e mi dava la buonanotte.. la mattina il buongiorno appena arrivato al
lavoro.. poi mi diceva che con la sua ex con cui era stato 8 anni (si fidanzò a 15 e fu la sua unica fidanzata)
e lei l'aveva tradito e quindi si erano appena lasciati da 3 mesi quanto ha conosciuto me, mi disse
che era gelossissimo.. che la controllava.. le controllava la posta persino quella di lavoro..
le chat.. la intracciava con un programma gps per vedere quanto tempo ad es sostava in una
determinata zona.. si arrabbiava e teneva il muso per giorni e giorni se lei non
lo avvisava prima di una qualsiasi cosa che faceva tipo uscire per la parrucchiera,
supermercato ecc, ecc.. se gli controllava la posta e vedeva qualcosa che gli dava
fastidio teneva il muso non le parlava ma nemmeno le diceva il motivo.. se qualcuno le stava
dietro, mi raccontò un episodio con un compagno di classe delle superiori, il quale scrisse un sms alla sua ex
e lui si arrabbiò e gli diede un ceffone.. caso uguale in un locale in cui uno la toccò..
ma con me ha sempre detto non voglio essere geloso perche sapendo come sono io che
non avverto dove vado semplicemente perche mangari nonn lo programmo di andare
a tagliare i capelli o di andare al supermercato dice appunto che con me non vuole essere
geloso perche sa che cosi sarebbe finita. che si fida moltissimo di me. dice che la sta
prendendo diversamente e spera di non cambiare improvvisamente. dice che non ce la fa a calibrare la cosa
quindi o tutto o niente o estrema gelosia o disinteresse e dice preferisce non pensarci..
quindi capii poi il significato di un sms che mi mando' appena conosciuti che diceva
"io non voglio fare di te la schiava del mio amore".. e altra cosa è permalosissimo non gli
si puo dire niente.. ha momenti in cui si intristisce per niente per sciocchezze..
dopo un mese e mezzo che ci siamo conosciuti cosi parlando della ns relazione io scherzando
gli dicevo "un giorno io TI SPO'.." che significa ti sposo e lui mi rispondeva mettimelo per iscirtto!
un giorno invece parlando appunto della ns relazione diceva vedremo come va se anche le ns
famiglie andranno daccordo .. metteva in dubbio la durata della ns relazione
e mi infastidii lui fece una espressione che non mi
era piaciuta e lo guardai e gli dissi"ma cos è quella faccia da coglione?" non l 'ho detto con cattiveria
o nel vero termine della parola ma lui se la prese poi invece fece finta di niente.
il giorno dopo invece inizio 'a scrivermi che non sapeva se poteva stare con una persona
come me che si scalda per niente. il giorno sucessivo inizio' a scrivere che non mi merita.
che certe cose che mi diceva le diceva solo per farmi piacere. che io sono una persona forte
e matura e non merito una persona come lui indecisa e che mi da' poco amore. che io ho gia sofferto
molto per gli sbagli degli altri e non devo sofrrire per un suo errore. che voleva rimanere solo.
che la sua ex non centrava. m 'ha anche detto "grazie a te sono riuscito a dimenticare la mia ex".
"non ti dimentichero' mai" "non perdere la testa per un falso come me""non fare cavolate perche
se fai una cavolata tu la faccio anche io.. non me lo perdonerai mai, mai...."
sono sempre piu convinto di non meritarti e che non sono in grado di darti cio che veramente
desideri. le attenzioni. sono terrorizzato dall 'idea di deluderto o ancor poeggio farti stare male".
poi mi ha detto che doveva capire se il suo cuore voleva rimanere solo o era pronto a impegnarsi seriamente.
io gli ho detto ok prenditi un periodo di riflessione. nonostante fosse stato per me un fulmine a ciel sereno
e non potevo credere , visti sui occhi innamorati e ne sono certa non posso sbagliarmi, non
potevo credere che non mi amava e che non voleva stare con me.
tra l' altro i suo occhi innamorati è una cosa che avevano notato tutte le persone a me vicine
questo me lo scrive la sera dopo 2 giorni di sms "strani".. e mi scrisse che non andra' in cerca di altre ragazze,
che si sentiva ancora insieme a me,che andra' alla ricerca solo di quello che i suo cuore voule veramente"
io gli ho detto ok.
il giorno dopo anzi la mattina dopo mi scrisse " se quelle che sto versando ora non sono lacrime o altro allora
spero che qualcuno mi porti lassu.. pero so che stamattina mi sono svegliaoto pensando a te.tvb"
poi alla fine mi dice vorrei provare a starti di nuovo a fianco ma voglio che sia tua dirmi se sono la
persona giusta per te solo quando veramente lo avrai capito.. ma se vedo che ancora una sola volta
piangi per me mi punto il fucile.."
con il senno di poi ho capito che erano esagerzioni sia in positivo eche in negativo.
premetto che lo amo e per me lui è la persona giusta ha molte cose positive ma non sono riuscuta a darmi una
spiegazione a questo comportamento. e temo che si possa ripetere. da quando siamo ritornati insieme
oramai sono passati 2 mesi è piu moderato cioe mi scrive ma non con la stessa
assiduta' di prima anche se a giorni in cui ha slanci.. cmq lo vedo solo il sab e domenica per suoi impegni..
quello che mi lascia perplessa è che parlando di chat mi diceva che lui è registrato ma non entrava.
io da quando lo conosco mi sono cancellata da tali programmi e avevo intuito che se ci rimaneva insomma
un motivo c' era e non era come diceva lui "tanto che io ci sia o meno non ci entro".
se uno non se ne fa niente si cancella. ieri appunto è uscito dicendo che ora non sente il bisogno e non ci entra
ma qualora lo sentisse ci entrera e quindi non si cancelle cosi per conoscere persone. per me conoscere
significa uscire sentirsi ferequntarsi e poi non credoall 'amicizia uomo donna,
per lui conoscere siginifica scamibiare opinione e non vedersi.. diceva
ma insomma prima sono stato fidanzato e mi sono fidanzato poi subito con te ..che vita ho senza amici..
ne ha 2 di migliroi amici..
non so come interpretare la cosa il mio timore era che abbia una svolta e dica voglio o stare solo
magari perche ha 4 anni meno di me.ma cosa gli manchera che lo spinge a cercare conoscenze
io so che non tradisce e so che non lo ha mai fatto nemmeno con l 'ex.
non capisco la sua personalita'.
vi prego un aiuto un parere!!
grazie mille a tutti.
cordiali saluti.
Ilaria
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Dott.Luca Esposito
Admin
avatar

Messaggi : 149
Data d'iscrizione : 26.10.09
Località : Campania

MessaggioTitolo: Re: Due personalità diverse   Lun Nov 02, 2009 1:35 pm

Cara Puntoluce,
da ciò che scrive trapela tutta la confusione che si ritrova a vivere in questo momento. L'ambivalenza, le oscillazioni, il "tutto o nulla", comportano spesso uno smarco nei processi logici e razionali. Resta comunque il fatto che insieme possiamo provare a fare un pò d'ordine fissando dei punti da trattare. Ne propongo alcuni. La fase iniziale di qualsiasi relazione amorosa è spesso caratterizzata da una tendenza fusionale, un bisogno di legarsi profondamente e intensamente all'altro tanto da perdere l'individualità a favore di una nuova dimensione: quella del NOI. Spesso, al bisogno di dipendere dall'altro segue il bisogno di differenziarsi e ripristinare la propria indipendenza. Questo processo ha tempi e modi diversi a seconda delle caratteristiche personali dei partner e della coppia come unità. La cosa che mi colpiva, però, è che la coppia in questione sembra essersi costituita sulla scia di un bisogno più profondo, quasi riparativo della sofferenza personale di ognuno di voi. Può capitare, in queste circostanze, di legarsi profondamente all'altro in quanto visto come "salvatore/trice", come il messia che curerà le ferite più profonde di un passato più o meno lontano. Questa illusione iniziale produce sensazioni ed emozioni intensissime che hanno un effetto apparentemente curativo parziale. In questa fase ci si scambia promesse, verbali e non, di eternità, di soccorso, di aiuto per i problemi di ciascuno sia consapevoli che inconsapevoli. Ma a questa fase, impossibile da realizzarsi, segue una fase in cui iniziamo a vedere l'altro come persona completa, reale. Nascono i dubbi, le perplessità, i sospetti...quasi come se la persona che abbiamo di fronte fosse irriconoscibile. La cosa che mi colpisce, però, è l'intensità che ha caratterizzato fin da subito la nascita della vostra relazione. L'intensità con la quale entrambi avete cercato ed espresso un bisogno di essere dipendenti dall'altro. Il suo partner in modo particolare esce da una situazione di forte dipendenza che lo ha condotto a manifestare comportamenti eccessivi e sembra essersi avventurato con lo stesso bisogno(anche se apparentemente in modo diverso)di dipendenza nella nuova relazione. Quando si diventa dipendenti, l'altro diventa indispensabile e ci si sente persi, incompleti o senza ragione di vita senza di lui/lei. L'altro non diventa una scelta, ma un obbligo. Il sentimento di forte dipendenza racchiude in sè anche e soprattutto una forte spinta all'indipendenza: la dipendenza, cioè, sembra essere dispensabile, una sorta di rito di passaggio, verso l'indipendenza. Ecco spiegato l'ambivalenza che si esprime con le parole, con gli atteggiamenti e i comportamenti in tempi diversi. Non credo di aver risposto pienamente alle sue richieste, spero di essere stato parzialmente utile. A presto.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo http://www.psicologicampania.it
Serena



Messaggi : 7
Data d'iscrizione : 26.10.09

MessaggioTitolo: Re: Due personalità diverse   Mar Nov 03, 2009 9:21 am

Carissimo Dott. ringrazio lei e la sua collega perchè leggendo le risp ke date agli altri rispondete anke a tante domande mie per esempio questa risposta ha risposto a tanti miei punti interrogativi quindi grazie per quello ke fate.
Serena
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
puntoluce



Messaggi : 2
Data d'iscrizione : 02.11.09

MessaggioTitolo: Re: Due personalità diverse   Mar Nov 03, 2009 10:02 am

Gent.Le Dott. Esposito,

La ringrazio per la Sua risposta.
Mi è indubbiamente utile a fare maggiore chiarezza.
E forse solo col tempo riuscirò ad inquadrare bene la situazione.
Certo sapere ciò che è giusto fare aiuterebbe ma non si può mai
avere le risposte "in anticipo" e purtroppo solo a fatti avvenuti..
Il tentativo di tutti è preservarsi.. voler sapere anzi tempo il futuro
per non "farsi del male" ma con gli anni ho capito che questo è
impossibile.. che il tempo o il destino a dir si voglia devono fare il
loro corso ed è impossibile poterli "prevenire" e "dirottare" a ns
"piacimento".

Cordiali Saluti.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: Due personalità diverse   

Torna in alto Andare in basso
 
Due personalità diverse
Torna in alto 
Pagina 1 di 1

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Psicologi Campania :: RELAZIONI DI COPPIA E AMORE :: AMORE E RELAZIONI DI COPPIA-
Vai verso: